Mostra: 1 - 4 of 4 RISULTATI
Roberta Celenza

Chi ha tempo… aspetti tempo!

Nell’anno appena passato come attrice informale sono stata “artigiana” di qualcosa di non tangibile e per questo prezioso. La riflessione più importante è stata mossa da un’osservazione comune sia a me che alle educatrici: il Tempo. Il Tempo del Teatro è esente dal tempo. Esso si nutre di azioni dilatate, “povertà” di parole e “compenetrazione”. …

Fabiana Colangelo

La valenza educativa del rito

Oggi voglio porre l’attenzione sull’importanza della ritualità nell’ambito della metodologia BimboTeatro, soffermandomi sulla valenza educativa del rito. Tutto il laboratorio di BimboTeatro è fondato su un susseguirsi di azioni che si ripetono e che nel loro insieme configurano un percorso, un cammino.Attraverso questo cammino, scandito dall’azione ripetuta e incarnata, il bambino impara ad avere coscienza …

Fabiana Colangelo

Un salto in direzione della crescita e della consapevolezza di un cambiamento.

Soffermando l’attenzione su di un momento in particolare del laboratorio di BimboTeatro, ovvero il canto del Jingle che ritualizza l’avvio del laboratorio, emergono alcuni aspetti significativi delle competenze acquisite dai bambini in termini di: – ascolto: i bambini prestano ascolto al silenzio, si predispongono a percepire quanto avverrà a breve, in una sorta di attesa …

Giulia Parrucci

BimboTeatro, una metodologia e non un metodo

Dopo molti anni di lavoro con i bambini ho collezionato prassi e azioni educative che avanzano naturalmente verso il piacere e il benessere del bambino. Collezionare però non vuol dire codificare; non significa per me creare un metodo chiuso e preconfezionato di lavoro. Il laboratorio non è un procedimento che segue criteri sistematici in vista …

Don`t copy text!