Paola Cipriani

Ottenuto il diploma magistrale nel lontano 1978, è tutt’ora insegnante di ruolo nella scuola dell’infanzia statale: sin da principio la sua vocazione professionale è stata l’osservazione e la ricerca. È al suo trentottesimo anno di servizio: la sua esperienza, il suo entusiasmo, la sua energia, la sua voglia di esserci, di fare, l’ hanno portata a sperimentare vecchi e nuovi modelli educativi! Negli anni la sua formazione si è arricchita di molteplici corsi di formazione e aggiornamento, che hanno contribuito allo sviluppo del suo particolare approccio alla didattica, dando vita ad un progetto sperimentale chiamato Contaminazioni Educative; determinanti sono stati sia la lunga esperienza lavorativa, maturata con i bambini, sia la sua curiosità. L’incontro con formatori altamente carismatici è stata l’occasione per tornare a studiare le idee di quegli autori che sono il fondamento della nuova pedagogia: è grazie a loro se è partita la sua idea di “contaminare” di buone pratiche educative la scuola pubblica. Ha ripreso a studiare le teorie di Rousseau, Pestalozzi, Montessori, Steiner, don Milani, Mario Lodi Zavalloni, Tolstoj, Tagore, Krishnamurti, Ivanov, Huizinga, Illich Robinson; inoltre ha iniziato a sperimentare, ricercare, a comparare metodi e pensieri, includendo anche Malaguzzi, Rodari, Munari, la pedagogia della scuola nel bosco, senza trascurare Bruner e Gardner. Essendo da sempre appassionata di teatro ed avendo partecipato a diversi laboratori come attrice ma, riconoscendo di non avere strumenti operativi e didattici per proporre tale esperienza ai bambini, nell’anno 2017 si è iscritta al Corso di Perfezionamento in “Teatro d’Infanzia, per una pedagogia dell’ascolto” presso l’Università Telematica Leonardo da Vinci. Dal 2018 è Operatore accreditato BimboTeatro.